Utilizziamo i "Cookie" per migliorare la navigazione sui nostri siti web. Per conoscere meglio la nostra Policy sui Cookies o modificare le impostazioni del tuo browser, consulta l’informativa completa.

Continuando a navigare su questo sito web o cliccando ok, si accetta la nostra Policy sui cookie. OK

X

TU O IL ROSSORE?

Che cosa vedi quando ti guardi allo specchio? Te stesso o il rossore sul tuo viso?

Naturalmente la figura riflessa sei tu, ma se soffri di arrossamento del viso associato a rosacea è normale notare prevalentemente il ROSSORE. Talvolta il ROSSORE associato a rosacea sembra avere una personalità tutta sua, che prende il sopravvento:

È la prima cosa che vedo al mattino

Non ne posso più di apparire rosso in viso.

IntroTi suona familiare? Se la risposta è sì, sei arrivato nel posto giusto! Questo sito è stato creato per aiutare le persone come te, fornendoti delle informazioni sull'arrossamento e dei consigli per gestire il rossore associato a rosacea.

Troverai molto materiale di approfondimento, un test personalizzato di auto-diagnosi per aiutarti a parlare con il tuo medico e alcuni consigli per la gestione di questa situazione.

In poche parole, tutto ciò che ti serve sapere per iniziare a vedere meno il rossore e molto di più TE STESSO.

Scopri quanto l'arrossamento del viso associato a rosacea sia molto più diffuso di quanto tu possa immaginare:

Credi davvero di essere l'unico a soffrire di arrossamento del viso associato a rosacea? Ripensaci. Una veloce ricerca su internet ti mostrerà che si tratta di una condizione che colpisce (e preoccupa) molte più persone di quanto ci si aspetti. 

 

01 Infographic Italian

Il paziente "tipo" soggetto a rossore associato a rosacea, è la donna quarantenne dalla carnagione chiara, con un'anamnesi familiare di questo disturbo. In realtà, il rossore del viso può colpire qualunque tipologia di persone.

Dove vivono le persone colpite da arrossamento del viso?Perché non le si incontra per strada o nel ristorante di zona?

In verità, ci sono numerose spiegazioni possibili per questo. Una di queste è che il 41% delle persone che ne soffre, evita i contatti o annulla gli impegni sociali a causa dello stato della propria pelle.

Un'altra possibilità è che numerosi pazienti abbiano trovato strategie vincenti per risolvere la propria condizione.

 

E se temi che l'arrossamento del viso condizioni il tuo approccio relazionale:

Sono andato con un amico a vedere alcuni nuovi appartamenti. Quando abbiamo incontrato l'agente immobiliare, la sua pelle era arrossata e a macchie, esattamente come la mia. Il mio amico dice che la gente non vuole affittare un appartamento da una persona con un aspetto simile. Che poi è uguale al mio.

In apparenza, l'arrossamento del viso non sembra essere una condizione molto grave. Dopotutto, non si tratta di una vera e propria malattia, vero? Beh, di fatto potrebbe essere legato ad una patologia e può avere un effetto negativo sulla vita delle persone. 

Forse potrebbe capitare che i miei risultati sul lavoro ne risentano.

Quando ero più giovane non volevo uscire e vedere nessuno. Spesso restavo a casa.

Se queste esperienze ti suonano familiari, ti suggeriamo di parlare con il tuo dermatologo di quanto l'arrossamento del viso condizioni la tua vita quotidiana. Ti aiuterà a trovare un trattamento adeguato alla tua condizione.

Perché proprio io?

IntroIl più delle volte amiamo sentirci speciali, ma ciò non accade quando siamo colpiti da arrossamento del viso. Può non sembrare di grande conforto, ma esiste una precisa spiegazione scientifica del motivo per cui TU attualmente soffri di questa condizione. 

 

L'arrossamento del viso può derivare da numerose condizioni tra cui una patologia chiamata rosacea, che a sua volta è determinata da specifici fattori fisici. Alcuni "fattori scatenanti" possono causare l'acutizzazione o il peggioramento della condizione; capire in cosa consistono è il primo passo per gestire il problema. 

La buona notizia è che quando sappiamo perché qualcosa accade, diventiamo più consapevoli (con l'aiuto del tuo medico o del dermatologo) di come intervenire.

Vale quindi la pena dedicare un po' di tempo per capire con che cosa hai a che fare. Se vuoi saperne di più sull'arrossamento del viso, dai un'occhiata a quanto segue:

Iniziamo col dire che cosa NON È. Chiedi ad un adolescente di pensare ai suoi genitori mentre si baciano oppure osserva un turista dopo una giornata sulla spiaggia: sicuramente noterai volti molto arrossati. Una cosa però è chiara: questi non sono esempi di "arrossamento del viso associato a rosacea".

La rosacea è infatti un disturbo medico, una condizione di infiammazione cronica della pelle. La denominazione ufficiale (resisti, è pressoché impronunciabile) è:           

Rosacea eritematoteleangectasica

Può sembrare un parolone antico ma dimostra che l'arrossamento del viso è un sintomo della malattia: una questione che tu e il tuo dermatologo dovrete prendere in seria considerazione. 

I sintomi dell'arrossamento del viso possono includere:

  • Rossore e arrossamento persistente
  • Visibilità dei vasi sanguigni
  • Sensazione di pizzicore e bruciore

 

 

 

È importante notare che molte cause del comune arrossamento di tutti i giorni (sole, cosmetici, esercizio fisico ecc.) possono contribuire ad aggravare i sintomi dell'arrossamento del viso. Tenere sotto controllo questi "fattori scatenanti" è importante e necessita del consiglio esperto di un dermatologo.

La rosacea è definita come una condizione infiammatoria cronica della pelle del viso.

Esistono quattro diversi tipi di rosacea; i segni tipici e i sintomi possono includere:

Tendenza ad arrossire facilmente o ad avere vampate

Papule o pustole sul viso

Pelle del viso secca, che tira, o con sensazione di prurito

Sensazione di bruciore o pizzicore sul viso

Arrossamento o ispessimento della pelle su guance, naso, mento o fronte

Visibilità di piccoli vasi sanguigni sul viso

Occhi lucidi, arrossati o irritati, palpebre gonfie

ATTENZIONE: Rivolgiti al tuo dermatologo per una corretta diagnosi della patologia.

Per scoprire di più sui quattro tipi di rosacea, fai clic sulle icone sottostanti:

TIPO 1

Arrossamento del viso

Arrossamento del viso,

il più comune dei quattro.

TIPO 2

Papule o pustole

Papule o pustole,

che vanno e vengono, incluse macchie rosse.

TIPO 3

Ispessimento della pelle

Ispessimento della pelle:

spesso l'eccedenza di tessuto risulta in un ingrossamento del naso e in noduli dalla superficie irregolare.

TIPO 4

Occhi lucidi o arrossati

Sintomi ricorrenti:

Occhi lucidi o arrossati, lacrimanti e irritati, palpebre gonfie.

Tu sai come ci si sente quando si è colpiti da un brutto attacco di arrossamento del viso dovuto a rosacea. Quella brutta sensazione di bruciore che parte dallo stomaco e sale fino in viso? Quei bozzi rossi che improvvisamente compaiono dal nulla? 

Ciò che accade ALL'ESTERNO del nostro corpo è ben evidente. Ma cosa capita all'interno?

Per la maggior parte delle persone, sentire una vampata di calore sul viso dopo aver svolto esercizio fisico o magari dopo un momento di imbarazzo è una sensazione assolutamente normale. La vampata è causata dall'afflusso del sangue al viso, attraverso i vasi sanguigni che tutti abbiamo sotto la superficie cutanea.

Tuttavia, nelle persone che soffrono di arrossamento del viso associato a rosacea questo afflusso di sangue risulta maggiore. I vasi sanguigni sotto la superficie cutanea non lavorano come dovrebbero, e il risultato è che troppo sangue arriva in superficie. Sappiamo ciò che cosa provoca: maggior calore, maggiore arrossamento e maggior fastidio. 

La buona notizia è che possibili trattamenti potranno essere valutati con il proprio medico curante. Fare clic qui per scoprire come parlare con il medico al fine di conoscere le possibili soluzioni adatte al tuo caso.

Sebbene l'arrossamento del viso non si verifichi senza motivo, esistono alcuni "fattori scatenanti" che possono aggravarne la condizione, complicando la vita di chi ne soffre. Comprendere questi fattori è un passo cruciale per poter tenere sotto controllo il disturbo e condurre una vita normale. Evitare questi fattori scatenanti può tuttavia essere impegnativo e richiede grandi sacrifici:

Sono un vero cioccolato-dipendente. Adesso devo smetterla.

Devo evitare il più possibile la carne e i cibi speziati. Sono quasi diventato vegetariano in questo periodo.

Sono cresciuto in Piemonte, dove abbiamo i migliori vini. Mi piacevano molto i vini invecchiati. Ma oggi non più.

Am I Not Making It Worse"L'ideale", quindi, sarebbe trovare una soluzione che non richieda grandi e drastici cambiamenti di vita. La buona notizia è che ci sono costanti progressi in campo scientifico che vedono la definizione di trattamenti per la rosacea e l'arrossamento del viso. Parlane con il tuo dermatologo.

Fare clic qui per scoprire come rivolgersi al dermatologo per trovare informazioni sui possibili trattamenti per contrastare il ROSSORE ASSOCIATO A ROSACEA e tornare ad essere TE STESSO.

Cosa posso fare?

Bene, è arrivata l'ora di intervenire. Se sei soggetto ad arrossamento del viso da un po' di tempo, sarai già a conoscenza delle molteplici e collaudate tecniche per gestire la tua condizione, conoscendone ed evitandone i "fattori scatenanti". Per esempio, puoi evitare di assumere alcuni alimenti e alcune bevande, puoi ridurre l'uso di alcuni cosmetici o anche solo evitare di esporti al sole.

Quali sono quindi i principali fattori scatenanti? Scorri il mouse sopra le icone sottostanti per saperne di più su di un particolare fattore scatenante e sui consigli pratici per gestirlo:

Con- siglio

ESPOSIZIONE AL SOLE

Spesso è il più comune fattore scatenante dell'arrossamento del viso.

Con- siglio

TEMPERATURA E CONDIZIONI METEOROLOGICHE

Restare vicino al fuoco o fare un bagno caldo può essere piacevole, ma gli ambienti sovra-riscaldati possono essere causa di dilatazione dei vasi e dell'arrossamento del viso.

Con- siglio

CIBO

Alcuni alimenti possono acutizzare l'arrossamento del viso, principalmente:

  • I cibi speziati
  • I pasti caldi abbondanti
  • I prodotti contenenti latte, quali yogurt e cioccolato
  • Alcuni tipi di agrumi
  • Alimenti ricchi di istamina, tra cui: alcuni tipi di formaggi, asparagi, spinaci, aceto e salsa di soia

 

Con- siglio

BEVANDE

Imputare l'arrossamento del viso all'abuso di alcol è un falso mito, tuttavia gli alcolici e le bevande calde possono essere fattori scatenanti.

Con- siglio

PRODOTTI PER LA CURA DELLA PELLE

La pelle predisposta alla rosacea tende ad essere sensibile, pertanto si consiglia di ridurre l'uso di prodotti cosmetici contenenti alcol o profumo. Inoltre, evitare fondotinta pesanti che richiedono molto sfregamento per essere rimossi. 

Con- siglio

ESERCIZIO FISICO

L'eccessiva attività fisica può provocare surriscaldamento corporeo e quindi anche del viso, che potrebbe causare l'acutizzazione del problema.

Con- siglio

FATTORI EMOTIVI

Il solo fatto di avere a che fare con i segni visibili dell'arrossamento del viso può accentuare il rossore stesso. 

Con- siglio

CONDIZIONI MEDICHE

La menopausa, la tosse cronica e l'ipertensione possono tutti scatenare l'arrossamento del viso.

I fattori scatenanti sono un elemento cruciale per l'arrossamento del viso. Comprenderli adeguatamente è uno dei primi passi per gestire il ROSSORE e ritornare ad essere TE STESSO. 

Se hai già fatto delle ricerche online per conto tuo, probabilmente avrai trovato una serie di altri consigli per contrastare il disturbo. Fai attenzione! Non tutto ciò che si legge o si sente ha un fondamento scientifico e risulta credibile.

Inoltre, tenere sotto controllo i fattori scatenanti ti aiuta a gestire ma non a trattare l'arrossamento del viso. I progressi in campo scientifico offrono nuovi ed efficaci trattamenti: chiedi un consiglio al tuo medico o al dermatologo.

Se il tentativo di gestire i fattori scatenanti ti ha lasciato frustrato e insoddisfatto, sappi che non sei solo. Per molte persone affette da arrossamento del viso, questo approccio costituisce spesso un "passo falso", molte volte inadeguato.

Ma non rinunciare! Ci sono altre possibilità che puoi prendere in considerazione.

Il trattamento farmacologico

Alcune tipologie di farmaci sono in grado di trattare la rosacea e/o l'arrossamento ad esso associato. Naturalmente, questo tipo di trattamento deve essere valutato sotto stretto controllo del dermatologo. Fare clic qui per ulteriori informazioni sul perché è necessario rivolgersi al dermatologo.

Laser-terapia/terapia della luce

L'utilizzo dei raggi laser o della terapia a luce intensa pulsata riesce talvolta a ridurre la visibilità dei vasi sanguigni e il grave arrossamento di fondo.

RICORDA: Rivolgiti al medico o al dermatologo per maggiori informazioni.

Quindi?

Quello che è certo è che soffrire di arrossamento del viso non è divertente! Di fatto, nelle giornate "no" ti sembra sia l'unica cosa visibile quando ti guardi allo specchio. Hai già provato e sperimentato molteplici soluzioni, alcune delle quali hanno funzionato e altre no.

Se ancora non riesci a tenere sotto controllo l'arrossamento del viso, il prossimo passo per te è recarti dal tuo dermatologo. È necessario metterlo al corrente di quanto sia difficile per te dover vivere, giorno dopo giorno, con questo problema. Rifletti sui modi in cui questo problema effettivamente condiziona la percezione e la realizzazione della tua vita. In che modo condiziona il tuo lavoro? La tua famiglia? I tuoi rapporti sociali?

Parlare con il medico non è sempre la cosa più semplice da fare; se non sai come iniziare o cosa dire per introdurre il discorso, consulta le due sezioni qui sotto. Dopotutto, c'è una buona possibilità che lui/lei abbia una soluzione adatta a risolvere il problema.

Non è sempre facile parlare con il proprio dermatologo, vero? L'intensificarsi delle sensazioni provate a causa dell'arrossamento del viso può improvvisamente apparire insignificante quando ci si trova tranquillamente seduti in una sala di aspetto. 

Ma, fidati: parlarne vale la pena. Pensa alle forti sensazioni che hai provato recentemente per colpa dell'arrossamento del viso. Si sono verificate situazioni sociali imbarazzanti? O problemi sul lavoro? Adesso, pensa a come ti sentiresti più calmo e rilassato se tali sensazioni scomparissero.

Dunque, alla fine hai trovato il tempo e la forza di fissare il primo appuntamento con il dermatologo. Congratulazioni! Hai fatto un passo avanti nel trovare la soluzione che ti aiuterà a gestire l'arrossamento del tuo viso. Ma cosa devi dire?

Beh, la prima cosa da sapere è che è meglio fornire al medico quante più informazioni possibili. Assicurati di spiegare non solamente gli aspetti emotivi, ma anche tutti i sintomi fisici che hai provato. Questo perché, per poter arrivare alla corretta diagnosi, il medico ha necessità di ricomporre tutte le tessere del mosaico relative all'arrossamento del tuo viso.

Dai un'occhiata al seguente questionario, concepito per aiutarti a farti trovare pronto per la prossima visita dal medico. Dedicare un po' di tempo alla preparazione, assicura che la conversazione con il medico sia utile e produttiva, con la certezza di ottenere la diagnosi ed il trattamento più adeguato. 

LINK PER ACCEDERE AL QUESTIONARIO PER LA PROFILAZIONE PERSONALE DEL TUO STATO DI ARROSSAMENTO

Act On Red!

Sei pronto a tenere sotto controllo il rossore del tuo viso?

Sei pronto a smettere di rimandare di giorno in giorno l'appuntamento con il dermatologo? Sappiamo che sono moltissimi i fattori che ti possono spingere a cercare l'aiuto del medico per curare la tua condizione. Se decidi di lavorare sul ROSSORE, devi trovare il tempo di farlo. Non fare storie. Cerca il trattamento che ti possa aiutare con il tuo medico o il dermatologo.

Actonred It BrochureLeggi la nostra guida per capire meglio di cosa parla la campagna Act On Red

Segui aggiornamenti e consigli sulla pagina Facebook